Benvenuti su LibreriaPirola.it !
Chiamaci 055.2396320
In offerta!

Investigazioni digitali

75,05

Investigazioni digitali

Categoria: Product ID: 18806

Descrizione

Investigazioni digitali

INDICE SOMMARIO
Gli Autori ……………………………….. . XIII Parte I
ASPETTI TECNICI
CAPITOLO I
LE QUATTRO FASI DELL’ANALISI FORENSE:
IDENTIFICAZIONE, ACQUISIZIONE, ANALISI, REPORTING
di Giovanni Caria
1. Introduzione ……………………………. . 3
2. Identificazione …………………………… . 5
2.1. Chain of Custody. ……………………… . 6
2.2. Documentazione ………………………. . 7
3. Acquisizione ……………………………. . 8
3.1. Write blocker. ………………………… . 11
3.2. Acquisizione di un hard drive. ……………….. . 12
3.3. Generazione dei valori di hash. ………………. . 14
4. Analisi delle prove acquisite……………………. . 16
4.1. Scopo dell’analisi ………………………. . 16
4.2. Analisi forense delle immagini……………….. . 17
4.3. Analisi forense di un sito web ……………….. . 19
4.4. Analisi delle e-mail …………………….. . 19
4.4.1. Esame del registro di Windows ………….. . 19
5. Reporting ……………………………… . 25
CAPITOLO II
LE INDAGINI SU DISPOSITIVI DIGITALI
di Katia La Regina
Sezione I
LA MOBILE FORENSICS
1. Premessa ……………………………… . 27
2. Mobile forensics e computer forensics……………….. . 28
3. Dati potenzialmente significativi …………………. . 31
4. Dislocazione dei dati e aree di interesse investigativo ……… . 33
5. Standard di riferimento………………………. . 37
6. Le fasi della mobile forensics. …………………… . 40
6.1. Preservazione ………………………… . 40
6.2. Acquisizione…………………………. . 44
6.3. Analisi ……………………………. . 51
6.4. Reporting…………………………… . 55
Sezione II
MOBILE DEVICES E PROCEDIMENTO PENALE
1. Quadro normativo di riferimento…………………. . 56
2. La ricerca della prova. Ispezioni, perquisizioni e sequestri …… . 60
3. La giurisprudenza sull’ispezione, la perquisizione e il sequestro di
telefoni cellulari ………………………….. . 62
4. Un nuovo strumento di ricerca della prova. Il captatore informatico . 64
5. Mobile forensics e accertamenti tecnici irripetibili………… . 72
Sezione III
CONSULENZA TECNICA D’UFFICIO.
REGOLE GENERALI PER LA LIQUIDAZIONE DEI COMPENSI
1. La determinazione del compenso del CTU……………. . 73
CAPITOLO III
LE BEST PRACTICES
IN MATERIA DI COMPUTER FORENSICS
di Silvio Marco Guarriello
1. Panoramica sulle best practices computer forensics ……….. . 77
2. L’immodificabilità della fonte di prova e il metodo scientifico …. . 81
3. Il sopralluogo informatico …………………….. . 84
4. Analisi live e post mortem (i perché, pro e contro) ……….. . 86
Parte II
ASPETTI GIURIDICI
CAPITOLO IV
IL DIRITTO DI FAMIGLIA TRA REATI INFORMATICI,
RESPONSABILITÀ GENITORIALE E DIGITAL FORENSICS
di Emilio Tucci
1. I reati informatici connessi al diritto di famiglia…………. . 93
1.1. Accesso abusivo a un sistema informatico o telematico….. . 95
1.2. Violazione, sottrazione e soppressione di corrispondenza … . 97
VI INDICE SOMMARIO
1.3. Installazione di apparecchiature atte a intercettare o impedire
comunicazioni o conversazioni telegrafiche o telefoniche…. . 98
1.4. Intercettazione, impedimento o interruzione illecita di comunicazioni informatiche o telematiche …………….. . 100
1.5. Installazione di apparecchiature atte a intercettare, impedire o
interrompere comunicazioni informatiche o telematiche …. . 101
1.6. Falsificazione, alterazione o soppressione del contenuto di comunicazioni informatiche o telematiche ……………. . 102
1.7. Danneggiamento di informazioni, dati e programmi informatici. 103
1.8. Danneggiamento di sistemi informatici o telematici ……. . 104
1.9. Atti persecutori ……………………….. . 105
1.10. Diffusione illecita di immagini e video sessualmente espliciti . . 108
1.11. Molestia o disturbo alle persone………………. . 110
1.12. Diffamazione ………………………… . 111
1.13. Interferenze illecite nella vita privata……………. . 113
2. Le comunicazioni elettroniche tra genitori e figli ………… . 115
3. Software spia e controllo remoto del partner ………….. . 117
4. Il controllo tecnologico del minore: tra diritto alla personalità e responsabilità genitoriale ………………………. . 118
5. La prova digitale in sede penale …………………. . 120
6. La prova digitale in sede civile ………………….. . 123
7. L’acquisizione della prova digitale: profili giuridici e tecnologici… . 129
CAPITOLO V
TUTELA DEI DIRITTI E DELLA PRIVACY ONLINE
E OFFLINE DEI SOGGETTI DEBOLI
di Bruno Tassone e Beatrice Giubilei
1. Premessa: dal diritto di essere lasciati soli alla protezione dei dati
personali………………………………. . 135
2. Il quadro delle fonti sovranazionali ……………….. . 138
3. Il quadro delle fonti comunitarie e nazionali…………… . 140
4. I principi del regolamento generale sulla protezione dei dati personali (c.d. GDPR) …………………………. . 149
5. Informativa e consenso al trattamento del dato …………. . 157
6. I nuovi diritti in ambito privacy …………………. . 163
7. I soggetti coinvolti nel “sistema privacy” …………….. . 172
8. Privacy e soggetti deboli. Le vittime tipiche …………… . 178
9. Le modalità di protezione dei dati ………………… . 186
10. Il data breach. …………………………… . 191
11. La tutela amministrativa ……………………… . 194
12. La tutela giurisdizionale ……………………… . 199
13. Le linee del sistema sanzionatorio ………………… . 201
14. Le sanzioni amministrative pecuniarie………………. . 203
15. Le sanzioni penali …………………………. . 206
16. La responsabilità civile e il risarcimento del danno ……….. . 210
17. Profili afferenti alle investigazioni digitali…………….. . 215
INDICE SOMMARIO VII
CAPITOLO VI
LA REPUTAZIONE DEL MINORE, DELLE VITTIME
E DEI SOGGETTI DEBOLI ONLINE
di Bruno Tassone e Paolo Cariani
1. Premessa: onore e reputazione ………………….. . 221
2. Il bilanciamento tra libertà di espressione e diritti costituzionalmente
garantiti ………………………………. . 225
3. L’identità personale e la reputazione ………………. . 233
4. L’identità digitale, la persona in rete e la protezione dei dati …. . 237
5. La diffamazione semplice …………………….. . 243
6. La diffamazione aggravata …………………….. . 250
7. Le cause di giustificazione comuni: scriminanti tipiche e ambito di
operatività……………………………… . 252
8. Il diritto di cronaca ………………………… . 255
9. Il diritto di critica …………………………. . 257
10. Il diritto di satira …………………………. . 259
11. La partecipazione ai social network come diritto ………… . 260
12. Diffamazione sui social network …………………. . 263
13. Furto d’identità e management della reputazione………… . 277
14. Diritto all’oblio: la rimozione dai motori di ricerca ……….. . 279
15. Profili risarcitori in ambito civile …………………. . 290
16. Profili afferenti alle investigazioni digitali…………….. . 298
CAPITOLO VII
L’ODIO DOMESTICO, LO SPIONAGGIO
E LA SORVEGLIANZA INTERPERSONALE
di Piera Di Stefano
1. Introduzione ……………………………. . 305
2. Dal domicilio fisico al domicilio informatico. La tutela della c.d.
riservatezza domiciliare………………………. . 306
2.1. Premessa …………………………… . 306
2.2. Interferenze illecite nella vita privata (art. 615-bis c.p.)….. . 309
2.3. Accesso abusivo a sistema informatico. Il c.d. reato-mezzo (art.
615-ter c.p.) …………………………. . 317
2.3.1. Rapporti con gli altri reati contro l’inviolabilità del domicilio (artt. 614-quater e 614-quinquies c.p.) …… . 335
2.3.2. Accesso abusivo e frode informatica (art. 640-ter c.p.) . 338
2.3.3. Accesso abusivo e social network …………. . 339
2.3.4. Accesso abusivo e violazione di corrispondenza …. . 342
3. La tutela del segreto. I reati contro l’inviolabilità della corrispondenza………………………………… . 345
3.1. Violazione, sottrazione e soppressione di corrispondenza (art.
616 c.p.) …………………………… . 345
3.2. Violazione della corrispondenza informatica o telematica (art.
616, comma 4, c.p.)……………………… . 347
3.3. Rivelazione del contenuto di corrispondenza (art. 618 c.p.) . . . 353
3.4. Le tecniche di acquisizione della corrispondenza informatica . . 354
VIII INDICE SOMMARIO
3.5. Dati creati con le applicazioni tecnologiche e valore probatorio.
Rinvio ……………………………. . 358
4. L’inviolabilità della comunicazione e lo spionaggio domestico. Le
intercettazioni tra coniugi …………………….. . 361
4.1. Intercettazioni e ultimi approdi giurisprudenziali …….. . 361
4.2. I reati contro la riservatezza e la libertà di comunicazione… . 374
4.2.1. Artt. 617 e 617-quater c.p. …………….. . 374
4.2.2. Artt. 617-bis e 617-quinquies c.p. …………. . 378
4.2.3. Artt. 617-ter e 617-sexies c.p. ……………. . 383
4.2.4. Il nuovo reato di cui all’art. 617-septies c.p. ……. . 385
4.3. L’uso del software spia nell’attività investigativa, tra diritto
pretorio e riforme “correttive”……………….. . 386
4.3.1. Il captatore informatico nella giurisprudenza di legittimità …………………………. . 386
4.3.2. Gli interventi riformatori ……………… . 394
5. Tecniche di investigazione digitale e reati a mezzo web …….. . 403
CAPITOLO VIII
I CRIMINI INFORMATICI A SFONDO SESSUALE
di Alessia del Pizzo
1. I sex crimes nell’era digitale ……………………. . 421
2. L’abuso sessuale sui minori: cenni descrittivi e normativi ……. . 425
2.1. La tutela internazionale del minore…………….. . 431
2.1.1. I crimini contro la libertà sessuale nella convenzione di
Budapest sul cybercrime. ……………… . 439
2.2. Le azioni di contrasto dell’Unione europea all’abuso e allo
sfruttamento sessuale dei minori ……………… . 442
2.3. La tutela legislativa penale italiana contro lo sfruttamento sessuale dei minori……………………….. . 452
2.3.1. Il decreto Gentiloni: gli obblighi dell’Internet service
provider……………………….. . 462
2.3.2. La convenzione di Lanzarote e la l. 01.10.2012, n. 172 . 465
2.3.3. Il d.lgs. 04.03.2014, n. 39………………. . 471
3. La dimensione online della pedopornografia: la pedofilia nella rete . . 471
3.1. I profili della personalità pedofila ……………… . 474
3.1.1. Il cyberpedofilo …………………… . 477
3.1.2. Le vittime: dati statistici ………………. . 479
4. I delitti di pornografia minorile: artt. 600-ter, 600-quater e 600-quater.1
c.p. …………………………………. . 481
4.1. L’art. 600-ter c.p. ……………………… . 482
4.1.1. Le condotte previste dall’art. 600-ter, comma 1, c.p. . . 483
4.1.2. Le fattispecie disciplinate dagli artt. 600-ter, commi 2, 3 e
4, c.p…………………………. . 487
4.2. L’art. 600-quater c.p.: la detenzione di pornografia minorile . . . 490
4.2.1. Cenni sulla detenzione e il possesso negli altri
ordinamenti …………………….. . 493
4.3. L’art. 600-quater.1 c.p.: la pornografia virtuale ………. . 495
5. Il child grooming: l’adescamento di minorenni …………. . 498
INDICE SOMMARIO IX
5.1. L’art. 609-undecies c.p……………………. . 501
6. Dalla pedopornografia al sexting …………………. . 504
6.1. Le ipotesi di reato associate al fenomeno del sexting …… . 507
7. Sextortion: il ricatto di natura sessuale ……………… . 513
8. Revenge porn: fenomenologia sociale ………………. . 515
8.1. Cenni di diritto comparato …………………. . 519
8.2. L’introduzione in Italia di una normativa ad hoc: l’art. 612-ter c.p. 520
9. Le azioni di contrasto ai cybersex crime. …………….. . 526
9.1. Profili investigativi ……………………… . 527
9.2. Il CNCPO ………………………….. . 530
9.2.1. L’Unità di analisi dei crimini informatici……… . 533
9.2.2. L’Osservatorio per il contrasto della pedofilia e della
pornografia minorile ………………… . 535
9.2.3. Il Garante per la protezione dei dati personali ….. . 537
CAPITOLO IX
IL CYBERBULLISMO
di Fabrizio Corona
1. Il bullismo: lo studio e l’analisi del fenomeno ………….. . 541
2. Bullismo e diritto: la Costituzione ………………… . 544
2.1. Bullismo e violazione della legge penale………….. . 546
2.1.1. L’imputabilità del bullo minorenne ………… . 547
2.2. Bullismo e violazione della legge civile ………….. . 549
2.2.1. Responsabilità del minore……………… . 550
2.2.2. Responsabilità dei genitori del minore ………. . 551
2.2.3. Responsabilità della scuola …………….. . 552
3. Il bullismo nei vari contesti sociali: dalla scuola alla rete ……. . 555
3.1. Bullismo in rete: il cyberbullismo ……………… . 558
4. Analisi del fenomeno del cyberbullismo nel contesto europeo …. . 561
4.1. Programmi Daphne …………………….. . 561
4.2. “Needs Assessment and Awareness Raising Programme for Bullying in Schools” ………………………. . 564
4.3. “Tabby in Internet. Threat Assessment of Bullyng behavior Internet” e “Tabby trip in EU” …………………. . 565
4.4. Interventi e direttive europee ……………….. . 565
5. Comparazione europea sul cyberbullismo ……………. . 567
5.1. Francia ……………………………. . 568
5.2. Germania ………………………….. . 569
5.3. Regno Unito ………………………… . 570
5.4. Spagna ……………………………. . 571
6. Progetti nazionali per garantire la sicurezza in rete……….. . 572
7. Iter normativo preliminare alla l. n. 71 del 2017 …………. . 577
8. Analisi normativa della l. 29.05.2017, n. 71 ……………. . 585
8.1. Art. 1: i principali reati configurabili nei casi di cyberbullismo . 586
8.1.1. Diffamazione a mezzo Internet ………….. . 588
8.1.2. I c.d. “hate speech” …………………. . 590
8.1.3. Sostituzione di persona ………………. . 590
8.2. Art. 2: le misure di rimedio e prevenzione ………… . 592
X INDICE SOMMARIO
8.3. Art. 3 e art. 4: aspetti organizzativi e linee guida di orientamento
per la prevenzione e il contrasto in ambito scolastico …… . 593
8.4. Art. 5: informativa alle famiglie e sanzioni in ambito scolastico. 594
8.5. Art. 6: rifinanziamento del fondo di cui all’art. 12 della l.
18.03.2008, n. 48 ………………………. . 595
8.6. Art. 7: ammonimento del questore …………….. . 596
9. Contenuti illeciti: la responsabilità degli Internet service provider e dei
social network …………………………… . 597
10. I social network e le loro policy. …………………. . 604
10.1. I meccanismi di segnalazione a disposizione degli utenti di Facebook. 607
10.2. Twitter e le differenti tipologie di abusi ricondotte all’interno del
fenomeno del cyberbullismo ………………… . 623
10.3. La questione dell’anonimato e l’effettiva applicazione delle policy di Ask.fm ………………………… . 630
11. Gli atti di bullismo in onda su YouTube …………….. . 639
12. Le indagini degli inquirenti e le decisioni dei giudici ………. . 657
CAPITOLO X
IL CYBERTERRORISMO
di Gianpiero Uricchio
1. Il terrorismo: origini ed evoluzione ……………….. . 675
1.1. Il terrorismo di matrice religiosa e l’introduzione del web … . 680
2. Esiste il cyberterrorismo? …………………….. . 681
2.1. Il cyberterrorismo ……………………… . 685
2.2. Il concetto di cyberterrorismo ……………….. . 687
2.3. I principi alla base del cyberterrorismo ………….. . 688
3. Il crimine informatico o cybercrime ……………….. . 689
3.1. Rapporti tra cyberterrorismo e cybercrime ………… . 690
3.2. Il diritto penale nel cyberspace ………………. . 692
4. Il cyberterrorismo religioso ……………………. . 694
4.1. Prime strategie di prevenzione del cyberterrorismo ……. . 696
5. Introduzione della policy europea antiterrorismo ………… . 696
5.1. La cybersecurity in Europa…………………. . 700
5.2. Quadro giuridico europeo: cyberspazio e utilizzo dei social media. 702
5.2.1. Accordi e atti fuori e dentro il web ………… . 703
5.3. Ruolo degli Internet service provider …………… . 704
6. Quali sono le principali minacce cibernetiche? …………. . 704
6.1. Strategie di contrasto all’hacktivismo……………. . 706
7. Terrorismo e cyberspace ……………………… . 708
7.1. Obiettivi del cyberterrorismo jihadista e cyberisis …….. . 710
8. L’Italia e la minaccia cibernetica …………………. . 712
8.1. Il cyberspazio nella legislazione italiana ………….. . 715
9. Cybersecurity e GDPR ………………………. . 716
9.1. Internet of Things (IoT) ………………….. . 726
10. L’intelligenza artificiale per sconfiggere il cyberterrorismo …… . 731
11. Conclusioni …………………………….. . 732
Indice analitico ……………………………… . 739

Informazioni aggiuntive

Autore

Editore

Edizione

Pagine

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Investigazioni digitali”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.